+39 (02)94755730

Orario: 10:00-19:00 (Lun - Ven)

Back to Top

SPEDIZIONE GRATUITA
per ordini a partire de 49€
CONSEGNA IN 48H
In Italia
PIÚ DI 100.000 CLIENTI
soddisfatti in tutta Europa
PRODOTTI ELABORATI
in laboratori certificati UE

Sai che 3/4 di quello che mangi contiene zucchero?

20/05/15 10.43

breakfast

Presente nella dispensa di tutti noi, il tradizionale pacchetto di zucchero fa parte della lista degli acquisti abituali, ma oltre a questo, sai quali altre fonti di zucchero nascosto porti a casa ogni volta dal supermercato?

Evitare di aggiungere zucchero al caffè o ridurre il consumo di dolci può aiutare ad assumere meno zuccheri, ma non è suficiente se il tuo obiettivo è limitare questo tipo di carboidrato semplice.

La verità è que circa il 74% dei prodotti processati e imballati contengono zucchero addizionato nella sua composizione. Ma saperlo non è sempre facile, anche per i consumatori che leggono con attenzione l’etichetta, perché il fatto che lo zucchero non sia indicato nella lista degli ingredienti non significa che non ne abbia.

Lo zucchero può comparire con innumerevoli indicazioni : sciroppo di mais, zucchero invertito, canna da zucchero, caramello, melassa, destrosio, fruttosio, maltosio e tutta una serie di componenti che finiscono in “osio”. Questi sono solo alcuni degli esempi perché la lista include più di 60 differenti denominazioni 1,2.

Tuttavia è importante distinguere tra due tipi di zucchero negli alimenti: artificiali e naturali. I secondi esistono nei cibi senza essere aggiunti, come il lattosio nel latte ed il fruttosio nella frutta. 3

Quelli di cui ci dobbiamo preoccuparci sono però quelli che l’industria alimentare aggiunge frequentemente a innumerevoli prodotti in cui non facciamo idea ci siano degli zuccheri aggiunti. Quelli più facilmente individuabili sono quelli in cui sappiamo già inizialmente che contengono zucchero, como cioccolato, gelati, oltre a torte, gomme e dessert lattei. Il problema risiede negli alimenti che non ti aspetti. Addirittura, alcuni degli alimenti che contengono zucchero aggiunto non hanno un sapore dolce il che rende difficile questa percezione:

  • Biscotti o cereali integrali
  • Pane in cassetta
  • Pasti precucinati
  • Prosciutto Cotto
  • Ketchup
  • Yogurt

La verità è che in maggiore o minore quantità, 3/4 di tutto quello che porti a casa dal supermercato 1 contiene qualche tipo di zucchero addizionato. Per questo la migliore strategia è ridurre il consumo di alimenti molto processati e industrializzati e modificare alcune abitudini alimentari come:

  • Sostituire i dolci con frutta
  • Accompagnare i pasti con acqua invece di bibite o succhi
  • Ridurre gradualmente lo zucchero che consumi giornalmente per disabituare il tuo gusto.
  • Introdurre una maggiore varietà di alimenti salutari nelle tua abitudini, come semi di lino.

Uno studio dell’inizio di quest’anno mostra che il consumo di semi di lino può essere benefico per la riduzione della tensione arteriale, e oltre ai conosciuti benefici per un migliore funzionamento dell’intestino (grazie al suo contenuto di fibra) rappresenta una importante fonte di antiossidanti 4,5.

Scambiare alimenti poco salutari per alimenti nutrizionalmente più ricchi ha solo vantaggi: riduce i problemi causati da alimenti ricchi di zucchero e grassi e aumenta il beneficio di alimenti ricchi in vitamine e minerali.

Patricia Fernandes
Dietista
Laureata in Dietetica e Nutrizione


Bibliografia:

(1) Sugar Science - the unsweetened truth, University of California, San Francisco.
(2) Sugar 101, Nutrition Center American Heart Association
(3) Sugar - Food Fact Sheet, British Dietetic Association – The  Association of UK Dietitians. Março 2014, actualizadoemOutubro 2014
(4) Impact of weight loss diet associated with flaxseed on inflammatory markers in men with cardiovascular risk factors: a clinical study,Cassani RS, Fassini PG, Silvah JH, Lima CM, Marchini JS. Nutrition Journal, Janeiro 2015
(5) Effects of brown and golden flaxseed on the lipid profile, glycemia, inflammatory biomarkers, blood pressure and body composition in overweight adolescents.Adriane M. Machado,Heberth de Paula, Luciane Daniele Cardoso, Neuza M.B. Costa, NutritionJournal, Maio 2014

Gli integratori alimentari non devono essere utilizzati come sostituto di un regime alimentare variato. Non superare la dose giornaliera raccomandataTenere fuori dalla portata dei bambini. Questo integratore alimentare non è un farmaco. Non assumere in caso di ipersensibilità ad uno degli ingredienti. Si raccomanda di consumare almeno 2 litri di acqua al giorno. Non utilizzare durante la gravidanza o l’allattamento. Gli individui con una condizione medica conosciuta dovrebbero consultare un medico prima di utilizzare questo o qualsiasi integratore alimentare.

 
Posted in Consigli Alimentari By

Patrícia Fernandes

Post Comments

Invia commento




* Campi obbligatori